ESPERIENZA PER LA RISOLUZIONE DI OGNI PROBLEMA

Alla luce del know-how acquisito nel corso della pluriennale esperienza nel settore della progettazione, Polytec si avvale oggi di collaboratori in grado di ideare ed eseguire progetti in ambito meccanico, informatico ed elettronico.

Progettazione meccanica

Attivi nel settore della progettazione meccanica e nella progettazione di prototipi, macchine speciali ed automatiche, linee produttive ed impianti industriali, disponiamo di uno staff tecnico particolarmente esperto ed affiatato, altamente flessibile e specializzato, in grado di dare risposte efficaci alle esigenze più impegnative e di erogare una vasta gamma di servizi di alto profilo.

Progettazione e produzione cilindri a disegno

Progettazione cilindri su disegno
Progettazione cilindri su disegno
Progettazione cilindri su disegno
Progettazione cilindri su disegno
Progettazione cilindri su disegno
Progettazione cilindri su disegno
Progettazione cilindri su disegno
Progettazione cilindri su disegno
Progettazione cilindri su disegno

SCELTA DELLA CORSA E DEL DIAMETRO DELLO STELO E DELL'ALESAGGIO

Come caratteristica di progettazione necessitiamo della corsa del cilindro, del diametro dello stelo, pressione di lavoro e dell'alesaggio. In alternativa richiediamo corsa e forza massima, successivamente noi vi proponiamo la soluzione.

COME OPZIONE COSTRUIAMO CILINDRI CON TRASDUTTORE DI POSIZIONE INTEGRATO

Questi trasduttori permettono di trasmettere ad un sistema di controllo e retroazione la posizione raggiunta dallo stelo. Come segnale di uscita può essere un

  • 0-10V 4-20mA Profibus (settore industriale)
  • CanBus (settore macchine mobili)

Progettazione e produzione impianti oleodinamici

Automotive
  • Studio del sistema personalizzato per il cliente.
  • Fornitura impianti elettroidraulici per macchine mobili completi di motore, accoppiatore, pompe, cablaggi elettrici con consolle di comando impianto e avviamento motore.
  • Montaggio bordo macchina idraulico e Cablaggio bordo macchina elettrico.
  • Fornitura di motori idraulici.
  • Fornitura del serbatoio con galleggiante.
  • Fornitura impianto con PLC per controllo macchina (con autodiagnosi impianto) di tipo automotive secondo normativa auto E1:

La marca che preferiamo è IFM per le macchine mobili: con questa marca di plc siamo in grado di dialogare in CanBus con protocollo SAE J1939 con la centralina elettronica del motore diesel per conoscere in tempo reale i parametri di funzionamento come: la coppia fornita, il numero di giri, il consumo di carburante. Con questi parametri siamo in grado di ottimizzare le funzioni della macchina operatrice.
Fornitura ed installazione di Joystick singolo asse e multiasse con pulsanti o rocker proporzionali sulla testa dialoganti anche in CanBus protocollo SAE J1939. Questo ci permette di comandare con soli 4 cavi: Alimentazione + e -, CanBus High e Low anche 4 elementi di distributori proporzionali o due elementi proporzionali e tre on-off.
I distributori proporzionali che correntemente usiamo sono della Sauer-Danfoss o della Brevini e possiamo pilotarli direttamente con i plc automotive prelevando il segnale dal Can-Bus. I PLC automotive permettono di pilotare direttamente le bobine delle valvole proporzionali in PWM anche a 4A, questo ci consente di evitare di installare le schede elettroniche di pilotaggio e comandate in -10+10V o 4-20mA: lo fa già il PLC!
Questo riduce notevolmente i costi di manodopera di cablaggio, il nostro impianto elettrico si può infatti sintetizzare in un unica centralina elettronica a bordo macchina e un cavo precablato con guaina corrugata in POLICARBONATO PA6 e conduttori multicolore in GOMMA o PVC. In certe applicazioni usiamo cavo antiolio multipolare o cavo OLFLEX. L'affidabilità dell'elettronica è garantita dalla prestigiosa marca tedesca quale è l'IFM, questa marca di plc permette di installare dei radio modem per poter effettuare una diagnosi da remoto del PLC ed eventualmente aggiornare il programma. Seduti comodamente davanti al vostro PC potete dare assistenza al vostro cliente e dirgli: "Controlla il fusibile X che il mio programma dice che è saltato" o "Controlla la connessione della valvola Y che la vedo scollegata dai dati che ricevo". Potete così spedire la vostra macchina in Sud America senza preoccupazioni, un bel risparmio! Pochissimi componenti un unico cablaggio da fornire anche come kit rapido di installazione e basta: niente più elettricisti che girano attorno alla macchina per giorni prima di rendervela operativa.
Ovviamente questa soluzione tecnologica è solo per chi ha l'audacia. Per gli altri facciamo i soliti impianti a Relays in cui possono metterci le mani anche i meno esperti. A VOI LA SCELTA!
Programmazione dei PLC di tipo Siemens S7200, Telemecanique Tsx Micro, Mitsubishi FX0N FX1N FX2N, IFM controllori automotive R360.
Fornitura di cilindri idraulici con trasduttori di posizione integrati (a trascinamento magnetico o magnetostrittivi).
Fornitura del posto di comando completo.
Fornitura dei manuali e schemi idraulici ed elettrici.
Totale assistenza in fase di collaudo da parte del nostro staff di ingegneri.
Dopo il prototipo siamo soliti produrre gli impianti in serie ottimizzandone i costi.
Questi impianti automotive (chiamati impianti mobili) sono costituiti da un impianto oleodinamico controllato da un impianto elettrico che a volte contiene un plc. L'impianto della macchina comprende il bordo macchina sia idraulico che elettrico, mentre il plc nelle macchine mobili è solitamente una centralina elettronica. Questo tipo di macchine operatrici speciali sono predisposte di un motore diesel che aziona una o più pompe oleodinamiche prelevando l'olio dal serbatoio e convogliandolo in pressione al distributore oleodinamico o alle elettrovalvole. (P.S. Esiste una differenza tra elettrovalvola e valvola oleodinamica la prima è azionata elettricamente mentre la seconda è azionata o dalla pressione dell'olio o manualmente.)
Dalle elettrovalvole si trasmette la potenza del flusso d'olio in pressione attraverso i tubi oleodinamici verso i motori oleodinamici o ai cilindri oleodinamici (chiamati anche cilindri idraulici, perchè storicamente le prime centaline usavano acqua al posto dell'olio). Un tubo oleodinamico viene dimensionato in base alla pressione di lavoro ed al flusso di olio. Un motore oleodinamico consente di trasformare la potenza del flusso d'olio in pressione in una rotazione angolare di un albero meccanico con una coppia a volte anche considerevole. A parità di potenza la coppia è inversamente proporzionale alla velocità angolare richiesta. Dal motore si trasferice la potenza agli organi meccanici attraverso le trasmissioni meccaniche.
Un cilindro oleodinamico (idraulico) trasforma la pressione dell'olio in forza in modo proporzionale all'area utile del cilindro stesso, esso viene abbinato a volte ad un trasduttore per cilindro il quale consente di conoscere la posizione raggiunta dallo stelo del cilindro. Questi trasduttori per cilindri sono assemblati dentro al cilindro stesso garantendo alla macchina speciale una affidabilità di funzionamento anche in condizioni gravose.
Assieme agli impianti elettrici forniamo per alcuni nostri clienti anche le consolle di comando che interagiscono con gli impianti a plc per consentire un comando remoto della stessa. Alcune di queste macchine sono cingolate e dalla consolle per comando si possono far muovere i cingoli agendo sui joystick (con i segnali elettrici che comandano elettrovalvole proporzionali, pompe proporzionali o distributori oleodinamici proporzionali). Queste consolle sono se richiesto dal cliente anche radiocomandate.
Le macchine cingolate possono essere ruspe o in genere macchine operatrici mobili.
Oltre agli impianti mobili forniamo anche impianti fissi per automazioni indusdriali, anche in questo caso sono necessari impianti elettrici, impianti oleodinamici, centraline elettroniche. L'unica differenza è che al posto dei motori diesel ci sono dei motori elettrici.
Gli impianti oleodinamici comprendono sia centrali oleodinamiche (o centraline oleodinamiche) che vengono prodotte in nostra sede e sia un bordo macchina, che in caso di impianti di grandi dimensioni, andiamo ad assemblare direttamente dal cliente.
Se dovete fare una automazione industriale o una macchina operatrice mobile (cingolata o non), una trasmissione meccanica, una centrale oleodinamica (o centralina oleodinamica), o semplicemente volete una informazione su una pompa oleodinamica o sulle valvole oleodinamiche, non esitate a contattarci.

Nella foto vedete un impianto mobile di una macchina oleodinamica che potrebbe essere anche quello di una ruspa (in questo caso di grosse dimensioni essendo il motore da 275 cavalli!!).
Di queste foto di impianti per macchine oleodinamiche purtroppo noi ne possiamo mettere solo poche nel sito internet per questioni di riservatezza.

Centrali oleodinamiche - piccole carpenterie - solid words

Produzione centrale oleodinamica

Progettazione e produzione centrali oleodinamiche.

Produzione blocchi

Progettazione e produzione di blocchi speciali secondo specifiche o a disegno

Centrale potenza 75kw

Applicazione 1: centrale oleodinamica 75 kw potenza costante.

Studio e progettazione di centrali oleodinamiche per applicazioni industriali e mobili

Centrale oleodinamica per pressa da 300ton a potenza costante

Centrale oleodinamica per pressa da 300ton a potenza costante

  • Secondo Ns.dis.PZ01
  • Di dimensioni telaio con ferro "U" 2300x1980
  • Con serbatoio in lamiera elettrosaldata e verniciata con vernice antiolio
  • volume 1000 lt
  • Con coperchio removibile e setti separatori
  • Gruppo motopompa con motore da 75kW 380V 50Hz
  • Pompa a pistoni a portata variabile H1V - 226cc/giro
  • Blocco con valvola di massima pressione pilotata tarabile, tarata 300bar
  • Elettrovalvola incorporata su valvola di massima per pilotaggio venting su pompa.
  • Blocco SPECIALE CETOP 08 DN25 con Uscite 1- ½"
  • Gruppo di sovvralimentazione e servizi 0.75kW.
  • Scambiatore di calore per circuito di raffreddamento


COMPLETA DI :
Tappo di carico, livello, filtro aspirazione e scarico, filtro di sfiato, esclusore e manometro, termostato, livellostato, due oblò per ispezione e manutenzione .

Centrale carrellata

Applicazione 2: centrale oleodinamica carrellata con motore elettrico

  • Centrale oleodinamica carrellata secondo ns.dis.fk07
  • Completa di serbatoio in lamiera elettrosaldata da 50lt di dim.500x350x400P50, montata su telaio in acciaio con ruote girevoli.
  • Con gruppo motopompa ad ingranaggi da 2.2kW/3HP pressione di lavoro 100bar.
  • Portata regolabile mediante apparecchiatura elettronica 3÷9lt/1’
  • Elettrovalvola a doppio soleonoide.
  • Tappo, livello con termometro, filtro in aspirazione, filtro in scarico, manometro e accessori vari.

Quadro elettrico:

  • Comando elettropompa completo di interruttore
  • Generale blocco porta, magnetotermico salvamotore, pulsanti
  • MARCIA/ARRESTO motore.
  • Autospegnimento temporizzato regolabile e programmabile.
  • Potenziometro per regolazione portata pompa
  • Spie di segnalazione presenza tensione, blocco motore, marcia pompa
  • Comandi Avanti/Indietro sia a quadro che a pulsantiera remota.
  • Emergenza
Centrale motore a scoppio

Applicazione 3: centrale oleodinamica carrellata con motore a scoppio 6hp
Centralina oleodinamica carrellata con motore a scoppio da 6hp o secondo le caratteristiche richieste dal cliente.

  • Completa di serbatoio in lamiera elettrosaldata, montata su telaio in acciaio con ruote.
  • Con gruppo motopompa.
  • Distributore manuale.
  • Tappo, livello con termometro, filtro in aspirazione, filtro in scarico,
  • Manometri e accessori vari.
  • Motore Lombardini LGA 226.

Applicazione 4: centrale oleodinamica per linea di laminazione (turchia)

  • Secondo Ns.dis.WE02
  • Di dimensioni telaio con ferro "U" 1200x1200
  • Con serbatoio in lamiera elettrosaldata e verniciata con vernice antiolio volume 300 lt
  • Con coperchio removibile
  • Gruppo motopompa con motore da 18kW 380V 50Hz
  • Pompa a pistoni a portata variabile PV29 - 63cc/giro
  • Blocco con valvola di massima pressione pilotata tarabile, tarata 110bar
  • Elettrovalvola incorporata su valvola di massima per pilotaggio venting su pompa
  • Venting automatico ad accumulatore pieno
  • Accumulatore idropneumatico da 20lt su linea di P
  • Blocco in alluminio con Uscite P e T da 1-¼"
  • Gruppo di ricircolo 0.55kW completo di scambiatore di calore per circuito di raffreddamento


COMPLETA DI :
Tappo di carico, livello, filtro aspirazione e scarico, filtro di sfiato, esclusore e manometro, termostato, livellostato, due oblò per ispezione e manutenzione.

Centrale oleodinamica
Centrale oleodinamica
Gruppo di travaso

Applicazione 5: gruppi di travaso e filtraggio olio carrellati
Mod. Ptf.075.10.60/3 caratteristiche tecniche

  • Dimensioni 850x400x400
  • Potenza 0.55KW/0.75HP
  • Pompa 20lt/1’
  • Filtro in aspirazione 60 micro intercambiabile
  • Filtro in uscita ad alta filtrazione 3 micro intercambiabile
  • Indicatori visivi d’intasamento
  • Valvola di by-pass
  • Prese d’ingresso e uscita per tubo d.int.19
  • Quadro elettrico con salvamotore e spia funzionamento
  • 3mt di cavo di alimentazione con spina 3P+T 16A
  • Manuale d’uso e manutenzione
Pannello per travaso

Applicazione 6: gruppi di travaso e filtraggio olio carrellati
Mod. Ptfp.075.100.90/10 - caratteristiche tecniche

  • Dimensioni 600x600x250
  • Potenza 0.55KW/0.75HP 380V trifase
  • Pompa 20lt/1’
  • Filtro in aspirazione 60 micro intercambiabile
  • Filtro in uscita ad alta filtrazione 3 micro intercambiabile
  • Indicatori visivi d’intasamento
  • Valvola di by-pass
  • Prese d’ingresso e uscita per tubo d.int.19
  • Quadro elettrico con salvamotore e spia funzionamento
  • 3mt di cavo di alimentazione con spina 3P+T 16A
  • Manuale d’uso e manutenzione
Travaso e filtraggio olio

Applicazione 7: gruppi di travaso e filtraggio olio carrellati
Mod. Ptf.3.100.250/10 - caratteristiche tecniche

  • Dimensioni b755p925h1200
  • Potenza 4KW/5.5HP 380V trifase
  • Pompa 100lt/1’ 20bar
  • Filtro in aspirazione a maglia di acciaio
  • Filtro in uscita ad alta filtrazione 3-6-10 µm intercambiabile in microfibra
  • Indicatori elettrici di intasamento
  • Valvola di sicurezza a 8bar
  • Prese d’ingresso e uscita per tubo d.int.25
  • Quadro elettrico con interruttore generale e invertitore di rotazione, salvamotore, fusibili e accessori vari.
  • Manuale d’uso e manutenzione
  • Dotazione di serie : 1 serie completa di filtri di ricambio
Macchine per prove

Con l'avvento dei sistemi di qualità ISO si è reso necessario per molte aziende incrementare la ricerca per l'innovazione tecnologica e il controllo di qualità del prodotto non solo come verifica delle procedure di fabbricazione ma come controllo prestazionale del prodotto .
Un tempo queste verifiche venivano fatte direttamente da centri specializzati o enti universitari in quanto i macchinari da laboratorio avevano dei costi non certo abbordabili e solo quegli enti potevano rilasciare un certificato di prova.

Ora con l'avvento dei centri SIT Società Italiana Tarature anche per le medio-piccole aziende si è aperta la possibilità di effettuare presso la propria sede prove del genere e certificarle purché la propria macchina di collaudo venga certificata dal centro SIT e controllata periodicamente dallo stesso.
E naturalmente che la propria macchina abbia un rapporto prezzo/precisione accessibile.

Abbiamo cosi pensato di realizzare una pressa oleodinamica che contenesse la miglior tecnologia elettroidraulica, i migliori strumenti di misura di carico e di flessione e un software di gestione semplice ed intuitivo e abbiamo cercato di rendere il costo accessibile a tutte quelle aziende che non vogliono dover dipendere da terzi per fare le prove ai loro prodotti.
L'apparecchiatura elettroidraulica per la prova di carico di rottura e flessione di tubazioni in calcestruzzo è all'avanguardia nel suo settore è stata studiata espressamente per la realizzazione di prove secondo normativa DIN40.32 e DIN40.35 UNI9534.
Trattasi di prove a compressione con carichi applicati fino a 1500kN e di misura di flessione fino a 12.7mm.
Adotta un connubio d'oleodinamica proporzionale e d'elettronica con visualizzazione interattiva legata agli eventi.
Da un punto di vista idraulico rappresenta un'innovazione tecnologica, perché sono adottate delle sofisticate valvole proporzionali che, mediante l'elettronica dedicata e dei trasduttori di pressione, consentono di controllare e mantenere la pressione e quindi il carico applicato in modo continuo in anello chiuso secondo impostazioni del controllo .
Da un punto di vista elettronico oltre all'adozione di PLC con schede analogiche abbiamo adottato strumentazione dedicata per i vari rami d'applicazione quali trasduttore di pressione, comparatori digitali.
Tali strumenti sono d'altissima precisione e certificati SIT (Società Italiana Tarature) la comunicazione con l'apparecchiatura di controllo avviene in maniera seriale secondo lo standard RS232 pertanto i valori letti sono inviati in maniera digitale senza conversioni A/D o D/A pertanto i valori sono puri.

L'errore quindi rimane quello degli strumenti e quindi certificato SIT. Inoltre abbiamo voluto certificare SIT anche la macchina complessivamente per renderla corrispondente al massimo delle più severe specifiche
Abbiamo inserito un PC industriale che mediante uno schermo touch-screen (comandi direttamente sullo schermo) visualizza e consente di implementare tutti i parametri macchina, con semplici schermate iconografiche di facile comprensione, quali :
• Scelta del tipo di prova manuale o automatica
• Scelta del tipo di condotto ad esempio :
• TUBO IN CALCESTRUZZO ARMATO
• TUBO IN CALCESTRUZZO NON ARMATO
• TUBO IN CALCESTRUZZO ARMATO CON FIBRE DI VETRO
• TUBI CIRCOLARI
• TUBI CIRCOLARI A BASE PIANA
• TUBI OVOIDALI
• TUBI A SEZIONE RETTANGOLARE

In corrispondenza dei principali tubi utilizzati appare schematicamente il tubo selezionato con le indicazioni di come applicare il carico e di dove posizionare i travetti in legno in modo da aiutare l'operatore ad eseguire le operazioni necessarie nel modo più semplice e breve tempo possibile. Dopo una serie di interrogazioni e controlli che conducono l'operatore passo passo nella prova si può dare lo start prova.
Durante la prova avrete accesso ad una serie di schermate (di seguito descritte) che consentono di effettuare in maniera semplice e funzionale tutti i passaggi d'accesso e di visualizzazione.
• Visualizzazione stato della prova : Tempo trascorso, pressione e carico applicato, carico totale applicato, flessione su sonda 1, flessione su sonda 2
• Diagrammi XY sollecitazione di carico kN in funzione del tempo
• diagrammi XY variazione di deformazione sonda 1 in mm in funzione del tempo
• diagrammi XY variazione di deformazione sonda 2 in mm in funzione del tempo
• menu degli allarmi

Pressa

Applicazione 9: sistema per sollecitazione materiali e controllo carico di rottura
Il sistema è così composto:
• CENTRALINA OLEODINAMICA con serbatoio lt.12,00 completa di gruppo motopompa da 2,2KW. Con pompa a pistoni, elettrovalvole ed elettrovalvole proporzionali di pressione a controllo elettronico e di ogni altro accessorio a completamento.
• CILINDRO OLEODINAMICO a semplice effetto con forza di 10 ton. a 700 bar. La pressione di lavoro sarà di 350bar max. Filetatura M60x1,5 per montaggio di eventuale flangia.
• CELLA DI CARICO 5 ton. completa di cavo e testa di carico.
• QUADRO ELETTRICO per comando centrale oleodinamica, completo di spie di segnalazione, pulsantiera di marcia-arresto e taratura pressione.Timer programmabile per per il ciclo di pressatura.Potenziometro per la regolazione del carico, scheda elettronica, strumento per la visualizzazione del carico applicato (da 0 a 5000Kg).Il tutto assemblato e pronto per essere allacciato alla rete esistente.
• Certificato di conformità dei componenti.
• Non compreso nel pacchetto la carpenteria della pressa (da definirsi secondo le richieste del cliente) e tubi e raccordi per collegare il cilindro alla centrale.
• Prezzo 5.200€.
KIT opzionale per controllo software da personal computer della prova di flessione comprendente:
• Adattatore pcmcia per porte seriali.
• Cavo di collegamento.
• Trasmettitore seriale
• Software dedicato
• Prezzo 2.250 €

Progettazione elettrica

La progettazione elettrica viene effettuatada tecnici specializzati attraverso l'impiego di software sofisticati come CAD IGE-XAO See Electrical Expert.

Progettazione e produzione di quadri elettrici e bordo macchina.

Quadri elettrici

Esempio quadro elettrico di potenza. Forniamo gli schemi elettrici e dichiarazione di conformità CE. Conformi alla normativa EN60204.

APPLICAZIONE 1: FORNITURA DI QUADRI ELETTRICI PER CONTROLLO DI MACCHINE OPERATRICI

Quadri elettrici secondo vostro schema elettrico o di nostro progetto.

  • Impianti per settore automotive ed industriale.
  • Gestione di motori diesel e di impianti oleodinamici per la movimentazione degli organi meccanici (motori, pistoni, cingoli)
  • Controllo a PLC o con schede elettroniche di nostro progetto.
  • Sinottici di alluminio serigrafati o incisi.
  • Elettronica di controllo delle valvole proporzionali e di pompe a portata variabile.
  • Comandi radio a distanza commerciali o di nostro progetto.
  • Trasmissioni radio su protocollo di sicurezza Bluetooth , per trasmettere dati, segnali di sicurezza secondo EN60204, segnali analogici e digitali.
  • Trasmissione esente da disturbi e interferenze, comunicazione fino a 240 metri.
  • Comandi a tracolla ombellicali.
  • Centraline elettroniche di controllo delle macchine.
  • Produzione interna anche di quantità con nostro precollaudo.
  • Assistenza da parte di personale altamente specializzato sia in fase di progettazione che postvendita.
  • Preventivi in tempi brevi...


Contattateci
telefonicamente al numero: 0499730232
via fax al numero: 0499730240
via mail : tecnico@polytec.it

APPLICAZIONE 2: PRODUZIONE DI SCHEDE ELETTRONICHE DI CONTROLLO POMPE SAUER DANFOSS SERIE 90

Schede elettroniche per pompe

Caratteristiche tecniche:

  • alimentazione 20-30VDC
  • Segnali di ingresso 0-10 VDC (o da potenziometro)
  • Generazione interna del segnale di pilotaggio dei potenziometri esterni.
  • Protezione contro inversione di polarità dell'alimentazione, contro sovratensioni in ingresso di controllo, contro cortocircuito in uscita.
  • Ampio range di temperatura di funzionamento 0-85 gradi.
  • Protezione passiva della bobina della valvola contro guasti della componentistica elettronica.
  • Generazione di una rampa di accelerazione e decellerazione della pompa con regolazione della rampa tra 16 e 100 secondi tramite 2 trimmer interni.
  • Controllo dei due sensi del flusso dell'olio della pompa con 2 ingressi 0-10V separati.
  • Protezione della scheda con involucro metallico schermato contro disturbi esterni, connettori di collegamento schermati, filtro in ingresso per limitare i disturbi condotti.

Progettazione - informatica software

Supervisione e telecontrollo

Programmazione e produzione di impianti di supervisione e telecontrollo su rete radio GSM. Possibilità di alimentazione autonoma tramite celle fotovoltaiche. Controllo di impianti delocalizzati nel territorio a distanza.

I sistemi che proponiamo sono costituiti da centraline elettroniche con funzionalità di autodiagnosi che dialogano tra loro con radiomodem GSM. Le comunicazioni vengono compresse e criptate in messaggi SMS e successivamente comunicate. Il ricevente può essere un ulteriore impianto con centralina oppure un pc configurato da supervisore o webserver. Il linguaggio di programmazione del supervisore è il VisualBasic. Se il supervisore è configurato da server, i dati vengono trasferiti su cartelle dedicate alla comunicazione internet e da queste si dialoga con la rete attraverso il linguaggio PHP. Il linguaggio PHP consente un dialogo bidirezionale con il server da parte del PC Browser.

Tutto lo sviluppo dell'impianto, del software e delle centrali idrauliche avviene all'interno dell'azienda, minimizzando i costi ed ottimizzando le risorse. La soluzione è complessivamente economica nella gestione ed affidabile.
Possibili impieghi sono:

  • Centraline di controllo ambientale
  • Stazioni di rilevamento livello di canali e fiumi
  • Sistemi di irrigazione controllati
  • Regolazioni di paratoie su canali
  • Telecontrollo di macchine operatrici dislocate nel territorio con comunicazione delle coordinate geografiche della macchina tramite sistema GPS


Questo sistema permette agli impianti di comunicare al supervisore eventuali guasti dell'impianto, permette di comunicare direttamente su cellulari eventuali messaggi di allarme e permette a telefoni cellulari di richiedere informazioni agli impianti. Per esempio inviando un messaggio: "LIVELLI" all'impianto esso rispondera con un SMS con i dettagli dei livelli, oppure se invio ad una macchina operatrice: "COORDINATE" l'impianto risponderà con le coordinate GPS (in questo modo è possibile raggiungere la macchina dal cliente in modo semplice: basterà impostare le coordinate sul navigatore satellitare).

Applicazioni

I nostri prodotti trovano applicazioni in svariati ambiti della meccanica. Possono essere applicati ai mezzi di locomozione (auto, furgoni, camion) così come trovano utilizzo nel settore industriale.

Centraline oleodinamiche

Centraline radiocomandate

Centraline oleodinamiche radiocomandate con alimentazione a 12V, 24V, 230VAC, 400VAC per poter essere installata in furgoni, camion, autovetture speciali o in industrie

CARATTERISTICHE TECNICHE DELLA CENTRALINA OLEODINAMICA CON ELETTROVALVOLE, TELECOMANDO E COMANDO VIA CAVO

  • Serbatoio e pompa secondo le vostre necessità.
  • Numero di elettrovalvole secondo le vostre necessita (fino ad un massimo di 16).
  • Schema idraulico secondo le vostre richieste.
  • Possibilità di comandare la centralina in manuale anche in caso che il telecomando sia scarico attraverso il comando a cavo.

Questo tipo di centraline sono particolarmente adatte all'inserimento in furgoni, camion ed autovetture speciali per effettuare movimentazioni di attrezzature installate nel mezzo.

Posizionatore per saldatura cilindri

Posizionatore per cilindri

CARATTERISTICHE TECNICHE DEL POSIZIONATORE

  • Cilindri saldabili fino al diametro 600mm e lunghezza 1500mm
  • Possibilità di saldatura di cilindri molto lunghi con il semplice sollevamento del blocca fondello e con un supporto supplementare.
  • Velocità di rotazione regolabile tra 25 secondi al giro a 5 minuti al giro.
  • Stop automatico in posizione di smontaggio del cilindro con chiave del mandrino rivolto verso l'alto.
  • Giro automatico di saldatura con calcolo di extracorsa di saldatura per permettere una perfetta richiusura della saldatura nel perimetro
  • Possibilità di effettuare in automatico solo porzioni di saldatura nel perimetro.
  • Bloccaggio pneumatico del fondello del cilindro.
  • Movimentazione pneumatica del supporto della torcia di saldatura controllabile sia automaticamente che manualmente
  • Comando dell'inizio saldatura in automatico e manuale interfacciabile con il contatto di start della torcia con un contatto elettromeccanico.
  • Posizionamento manuale del punto di inizio di saldatura nel perimetro con movimentazione avanti indietro del mandrino.
  • Start stop da pedaliera.

Macchina per collaudo di serbatoi in pressione

CARATTERISTICHE TECNICHE DELLA MACCHINA

  • Pressione di prova 30bar iniettata automaticamente nel serbatoio dai tappi di chiusura ad avvicinamento automatico.
  • Molteplici tipi di serbatoi collaudabili selezionabili dal pannello operatore
  • Moltiplicatore di pressione per elevare la pressione dell'aria fino a 30bar
  • Centralina oleodinamica per la chiusura dei fori di grande dimensione sul serbatoio.
  • Valvola di sicurezza pneumatica che mette a scarico l'aria a 30bar e per la carica del serbatoio.
  • Vasca trasparente per il controllo visivo delle perdite di aria dalle saldature.
  • Porta anteriore sollevabile con contrappesi.
  • Valvola di messa a scarico impianto pneumatico all'apertura della porta anteriore o alla pressione del fungo di emergenza
  • Sistema pneumatico ed idraulico per la chiusura delle aperture del serbatoio con pistoni con testa in gomma e forza controllata per evitare il danneggiamento della gomma stessa.
  • Pressostato di per il controllo del raggiungimento della pressione desiderata con indicazione sul pannello operatore.
  • Manometro della pressione raggiunta dal serbatoio sul fronte quadro.
  • Gruppo di filtrazione e lubrificazione in ingresso.
  • Comando manuale ed automatico di tutte le valvole.
  • Predisposizione per la possibilità di aggiungere serbatoi esterni da precaricare a 30 bar con contatto di pressostato di raggiungimento della pressione massima.
  • Valvola di scarico dell'acqua dalla vasca.
  • Regolazione della profondità di immersione e della altezza di sollevamento.
  • Quadro di comando orientabile e bloccabile in posizione.
  • Set di maschere per i diversi tipi di serbatoi.
  • Sistema di messa a scarico in sicurezza dell'aria a 30bar in mancanza di tensione di rete, in mancanza di pressione idraulica, in caso di guasto del motore elettrico.

Macchina di collaudo tubi calcestruzzo

Macchina collaudo per calcestruzzo

Con l'avvento dei sistemi di qualità ISO si è reso necessario per molte aziende incrementare la ricerca per l'innovazione tecnologica e il controllo di qualità del prodotto non solo come verifica delle procedure di fabbricazione ma come controllo prestazionale del prodotto .
Un tempo queste verifiche venivano fatte direttamente da centri specializzati o enti universitari in quanto i macchinari da laboratorio avevano dei costi non certo abbordabili e solo quegli enti potevano rilasciare un certificato di prova.

Ora con l'avvento dei centri SIT Società Italiana Tarature anche per le medio-piccole aziende si è aperta la possibilità di effettuare presso la propria sede prove del genere e certificarle purché la propria macchina di collaudo venga certificata dal centro SIT e controllata periodicamente dallo stesso.
E naturalmente che la propria macchina abbia un rapporto prezzo/precisione accessibile.

Abbiamo cosi pensato di realizzare una pressa oleodinamica che contenesse la miglior tecnologia elettroidraulica, i migliori strumenti di misura di carico e di flessione e un software di gestione semplice ed intuitivo e abbiamo cercato di rendere il costo accessibile a tutte quelle aziende che non vogliono dover dipendere da terzi per fare le prove ai loro prodotti.
L'apparecchiatura elettroidraulica per la prova di carico di rottura e flessione di tubazioni in calcestruzzo è all'avanguardia nel suo settore è stata studiata espressamente per la realizzazione di prove secondo normativa DIN40.32 e DIN40.35 UNI9534.
Trattasi di prove a compressione con carichi applicati fino a 1500kN e di misura di flessione fino a 12.7mm.
Adotta un connubio d'oleodinamica proporzionale e d'elettronica con visualizzazione interattiva legata agli eventi.
Da un punto di vista idraulico rappresenta un'innovazione tecnologica, perché sono adottate delle sofisticate valvole proporzionali che, mediante l'elettronica dedicata e dei trasduttori di pressione, consentono di controllare e mantenere la pressione e quindi il carico applicato in modo continuo in anello chiuso secondo impostazioni del controllo .
Da un punto di vista elettronico oltre all'adozione di PLC con schede analogiche abbiamo adottato strumentazione dedicata per i vari rami d'applicazione quali trasduttore di pressione, comparatori digitali.
Tali strumenti sono d'altissima precisione e certificati SIT (Società Italiana Tarature) la comunicazione con l'apparecchiatura di controllo avviene in maniera seriale secondo lo standard RS232 pertanto i valori letti sono inviati in maniera digitale senza conversioni A/D o D/A pertanto i valori sono puri .
L'errore quindi rimane quello degli strumenti e quindi certificato SIT. Inoltre abbiamo voluto certificare SIT anche la macchina complessivamente per renderla corrispondente al massimo delle più severe specifiche
Abbiamo inserito un PC industriale che mediante uno schermo touch-screen (comandi direttamente sullo schermo) visualizza e consente di implementare tutti i parametri macchina, con semplici schermate iconografiche di facile comprensione, quali :

  • Scelta del tipo di prova manuale o automatica
  • Scelta del tipo di condotto ad esempio :
  • TUBO IN CALCESTRUZZO ARMATO
  • TUBO IN CALCESTRUZZO NON ARMATO
  • TUBO IN CALCESTRUZZO ARMATO CON FIBRE DI VETRO
  • TUBI CIRCOLARI
  • TUBI CIRCOLARI A BASE PIANA
  • TUBI OVOIDALI
  • TUBI A SEZIONE RETTANGOLARE


In corrispondenza dei principali tubi utilizzati appare schematicamente il tubo selezionato con le indicazioni di come applicare il carico e di dove posizionare i travetti in legno in modo da aiutare l'operatore ad eseguire le operazioni necessarie nel modo più semplice e breve tempo possibile. Dopo una serie di interrogazioni e controlli che conducono l'operatore passo passo nella prova si può dare lo start prova.
Durante la prova avrete accesso ad una serie di schermate (di seguito descritte) che consentono di effettuare in maniera semplice e funzionale tutti i passaggi d'accesso e di visualizzazione.

  • Visualizzazione stato della prova : Tempo trascorso, pressione e carico applicato, carico totale applicato, flessione su sonda 1, flessione su sonda 2
  • Diagrammi XY sollecitazione di carico kN in funzione del tempo
  • diagrammi XY variazione di deformazione sonda 1 in mm in funzione del tempo
  • diagrammi XY variazione di deformazione sonda 2 in mm in funzione del tempo
  • menu degli allarmi
POLYTEC OLEODINAMICA | 6/8, V. Antonio Canova - Vigorovea - 35020 Sant'Angelo Di Piove Di Sacco (PD) - Italia | P.I. 02203550286 | Tel. +39 049 9730232 | Fax. +39 049 9730240 | info@polytec.it | Informazioni legali | Privacy | Cookie Policy | Sitemap
Powered by  Pagine Gialle  -  SmartSite